Chiacchiere in cucina

Chiacchiere in cucina

lunedì 24 febbraio 2014

CAVATELLI CON LA VERZA



Ingredienti:

  • cucchiai di mix  per soffritto cubettato  (carota, sedano e cipolla )

             
  • 1 noce di burro

    
  • un pezzetto di dado sbriciolato
  • ½ cespo di verza

     
  • un pizzico di aglio in polvere
  • pancetta affumicata a cubetti (in quantità a piacere)
   
  • 1 goccio di vino bianco
  • 1 tazza di brodo caldo
  • 1 cucchiaio colmo di grana grattugiato
  • 500 grammi di cavatelli semi freschi







Per decorare:

  • 1 carota fresca


     





Preparazione:

Ponete il burro in un tegame antiaderente e lasciatelo sciogliere a fuoco basso.


Aggiungete il mix cubettato di carota, sedano e cipolla e il dado sbriciolato e lasciate rosolare aggiungendo di tanto in tanto un goccio di acqua calda.


Nel frattempo, mondate la verza, sfogliatela e lavatela accuratamente foglia per foglia, sotto il getto dell’acqua fredda.




Sgrondatele con cura e ponetele ordinatamente in un colapasta.


Prelevatene una alla volta, sistematele su un tagliere pulito e, con un coltello ben affilato, eliminate la parte coriacea centrale (che conserverete per preparare un minestrone).



Sempre con l'aiuto del coltello, riducete ogni foglia prima in listarelle non troppo sottili e poi, dopo averle sovrapposte leggermente, in tanti quadretti.




Risistemate il tutto nel colapasta e mettete da parte.


Controllate il soffritto e non appena risulterà bello morbido e colorito, aggiungetevi pochi per volta i quadretti di verza e mescolate.







Insaporite con l’aglio in polvere e lasciate appassire a recipiente coperto e a fuoco basso per circa 30 minuti, mescolando di tanto in tanto.


Trascorso questo tempo, aggiungete i cubetti di pancetta e lasciate rosolare il tutto per qualche minuto a recipiente scoperto.



Mescolate con cura, sfumate con il vino bianco e lasciate completamente evaporare.



Irrorate con il brodo caldo e proseguite la cottura fino a quando la verza non risulterà ben cotta e colorita.


Spolverizzatela con il grana grattugiato, mescolatela e tenetela in caldo fino al momento dell'utilizzo.



A questo punto mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua e, non appena prenderà il bollore, salatela e tuffatevi dentro i cavatelli.



Lasciateli cuocere secondo i tempi riportati sulla confezione e, a cottura ultimata, scolateli e  versateli  nel tegame con il condimento.


Amalgamate il tutto con cura, versate in scodelle di terracotta individuali, decorate a piacere (io ho messo dei piccoli quadrifogli ritagliati da una carota fresca) e servite in tavola.




mercoledì 19 febbraio 2014

TORTA SFOGLIATA CON MELE, FRUTTA SECCA E CUBETTI DI PANDORO CROCCANTE



 Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare già pronta
     
  • 3 grosse mele rosse
  
  • 30 grammi di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino colmo di cannella in polvere
  
  • 30 grammi di uvetta sultanina
  • 20 grammi di pinoli
  • 10 grammi di mandorle a filetti
  • 2 fette di pandoro (spesse circa 2 centimetri )
     
  • zucchero a velo q.b. (per decorare)






Per la salsa alle mele:

  • 1 grossa mela rossa
   
  • 1 noce di burro
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
    

  • poca acqua
  • un pizzico di cannella in polvere
   

  • 60 grammi di yogurt alla vaniglia

    

  • 2 cucchiai di panna fresca da montare
  • qualche filetto di mandorla (per decorare)







Preparazione:

Srotolate la pasta sfoglia sul piano di lavoro senza eliminare la carta in cui era avvolta e, con una rotella a lama liscia arrotondate i quattro spigoli (tenete da parte i ritagli per una eventuale decorazione).



Avvolgetela con tutta la carta intorno al mattarello e deponetela in una teglia antiaderente rettangolare di 21 x 31 centimetri.


Eliminate con delicatezza la carta forno e rialzate bene i bordi facendo in modo che aderiscano perfettamente alla teglia.


Bucherellate uniformemente il fondo con i rebbi di una forchetta e ponete a riposare in frigorifero.


Nel frattempo, lavate accuratamente le mele, asciugatele con un telo pulito e sistematele su un tagliere.


Sbucciatele, suddividetele in spicchi, eliminate il torsolo centrale e riducetele prima a fettine non troppo sottili e poi in cubetti.


Versateli in una ciotola, insaporiteli con lo zucchero di canna e la cannella ed amalgamate bene il tutto.




Aggiungete l’uvetta sultanina (fatta precedentemente rinvenire in acqua tiepida e ben strizzata), i pinoli e le mandorle a filetti e mescolate con cura.



Riprendete la teglia, versatevi dentro i cubetti di mela prima preparati e livellateli con la spatola in modo da riempirla il modo uniforme.



A questo punto, prendete le due fette di pandoro e sistematele una alla volta su un tagliere pulito.

Riducetele in cubetti più o meno della stessa dimensione e, man mano che saranno pronti, sistemateli in una ciotola.





Travasateli sulla base di mele e frutta secca e allargateli delicatamente con le mani fino a ricoprire completamente la frutta (con i ritagli di sfoglia prima messi da parte ho ricavato due piccole mele complete di picciolo e foglioline e le ho sistemate al centro della sfogliata).





Ponete la teglia in forno caldo a 180° e lasciate cuocere per 35-40 minuti o comunque fino a quando i cubetti di pandoro risulteranno belli dorati e croccanti.

Mentre la sfogliata è nel forno, iniziate a preparare la salsa di accompagnamento.

Lavate la mela e asciugatela con cura.

Sbucciatela, suddividetela in spicchi e, dopo aver eliminato il torsolo, sistematela in una padella antiaderente.


Riducete ogni spicchio in fettine sottili, unite il burro, lo zucchero e la cannella, mescolate con cura e lasciate cuocere a fiamma bassa aggiungendo un goccio di acqua calda.





Non appena le mele risulteranno belle morbide e colorite, schiacciatele con la spatola in modo da ottenere una purea piuttosto sottile e lasciate raffreddare.




A questo punto, versate in una ciotola lo yogurt, la panna e la purea di mele fredda e montate il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere una massa gonfia e cremosa (io ho optato per una salsa un pò rustica, ma se la preferite più liscia, setacciate la purea di mele).



Versate la salsa ottenuta in una piccola ciotola, guarnite la superficie con qualche filetto di mandorla e ponetela in frigorifero fino al momento di servire.


Quando la sfogliata sarà pronta, sfornatela, lasciatela intiepidire e spolverizzatela con lo zucchero a velo.



Tagliate la vostra sfogliata a quadrotti e servitela in piattini individuali con ciuffetti di salsa di mele fresca di frigorifero. 



Vi assicuro che è buonissima!!!