Chiacchiere in cucina

Chiacchiere in cucina

domenica 30 settembre 2012

PISA TATTOO CONVENTION 2012


Care amiche e amici, come vi avevo accennato mio figlio Marco dal 21 a 23 settembre 2012 ha preso parte in qualità di tatuatore, alla sua prima Tattoo Convention.
Pisa Tattoo Convention
Trattasi di una manifestazione dedicata all’arte del tatuaggio e alla passione per la body art.
A questo particolare evento, hanno partecipato artisti del tattoo provenienti da tutta Italia e dall’estero ed è stata una bella occasione per conoscere interessanti curiosità sulla storia e sulla cultura del tatuaggio ormai considerata unanimemente una vera e propria forma d’arte.

 
Gli artisti presenti alla manifestazione erano:


Alexandre Fuser Body Piercing - Firenze
L’ Arte sulla Pelle - Livorno
B8 Tattoo - Avellino
Brush Tattoo Studio - La Spezia
Capogiro Tattoo / Virginia e Zaneta - Ponsacco (Pi)
Carpe Diem Tattoo Studio - Casaletto Vaprio (Cremona)
Cioppy Tattoo - Orvieto
Cuore Nero - Collesalvetti (Livorno)
Dragon Tattoo - Putignano (Bari)
El BarrioLoco Tattoo - Pontedera (Pisa)
Eternoteca / Anrea Pioli e Francesco Bartaloni - Pisa
Eyera Studio / Katia Cavallini - Ibiza (Spagna)
Ganora Andrea - Pisa
Golden Ink - Campobasso
Gothika Tattoo / Emanuele e Alessandro - Pisa
HandMade / Tattooshop - Chieti
Klandestino Ink - Pisa
Italian Style tattoo - Montesilvano Pescara
Ink Tattoo Studio - Milano
Jb Tattoo / Fatcat Tattoo - Monterotondo (Roma)
Lara Tattoo - Como
Lilith Divine Tattoo Studio - Ghevio
Luis Tattoo - Napoli
Mr Tattoo by Carlo Patrignani-Mrs Tattoo by la Gatta Sacra - Roma
Mr Yancey Tattoo Ink - Parabiago (Milano)
No Pain No Gain - Campobasso
Phoenix Art - Napoli
Pin Up Tattoo / Francesca Bottone - Pisa
Pier Tattoo - Pisa
Puma Tattoo - Firenze
Scripta Manent / Alessio Pellegrini e Luca Davini - Pisa
Segnistrani Tatuaggi - Montelupo Fiorentino (Firenze)
Skinki Tattoo - Pistoia
Slevin Tattoo - Roma
Slow Flow Tattoo - Reggio Emilia
Studio Sedici - Pescara
Tattoo Mic 90 / Michele Berretta - Pontedera (Pi)
Wild Side Tattoo Karpe - Sarzana (Sp)

  

Tornando a questa bellissima esperienza, mio figlio Marco ha condiviso lo stand con un carissimo amico tatuatore (anche lui di nome Marco e anche lui di Campobasso), e nonostante fossero gli artisti più giovani della Convention hanno riscosso un notevole successo!!
Quindi ... risultato più che soddisfacente !!!
 
Vi riporto di seguito il link del servizio fotografico che ho scaricato da internet
per le foto cliccare qui  

e qui 

e il link  del video sempre scaricato da internet nel quale compare anche Marco.
Sperando poi  di non annoiarvi troppo, vi posto anche un pò di foto che ho scattato a Marco mentre eseguiva i suoi lavori. 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

giovedì 27 settembre 2012

RISOTTO CON FUNGHI CHAMPIGNON E ZAFFERANO


  

Ingredienti per i funghi:
  
·         300 grammi di funghi champignon
·         3 cucchiai di olio e.v.o
·         un pezzetto di dado sbriciolato
·         un pizzico di aglio in polvere 

 

 

Per il risotto:
 
·         40 grammi di burro
·         1 spicchio di cipolla bianca
·         un pezzetto di dado sbriciolato
·         300 grammi di riso (io ho usato l’Arborio)        
·         1,200 litri circa di brodo di carne 
·         1 bustina di zafferano
·         una manciata di grana grattugiato
·         qualche fogliolina di prezzemolo
 

 

Preparazione:
Pulite gli champignon e tagliateli per il lungo fino ad ottenere delle fettine non troppo sottili.
Versateli in una padella insieme all’olio, al dado sbriciolato e all’aglio in polvere e lasciateli cuocere coperti e a fiamma bassa per circa 10 minuti.
Trascorso questo tempo, scoperchiate, alzate la fiamma e proseguite con la cottura lasciando asciugare il liquido in eccesso e mescolando di tanto in tanto.
 
Mettete a scaldare il brodo e nel frattempo iniziate a preparare l’intingolo per il riso.
 
Ponete il burro in una capace casseruola; unite  la cipolla sottilmente affettata  e il dado sbriciolato e lasciate rosolare il tutto a fiamma bassa, aggiungendo di tanto in tanto un goccio di acqua calda.
 

Non appena la cipolla risulterà bella morbida e dorata, versate il riso.
 
 
 
Mescolate con cura, lasciate tostare e poi iniziate ad aggiungere un mestolo alla volta, il brodo caldo. 
 

Portate a cottura il riso continuando a versarci sopra mestoli di brodo caldo (ogni volta che questo si assorbe) e mescolate di tanto in tanto in modo da evitare che si attacchi sul fondo della casseruola.
Versate lo zafferano in un bicchiere e scioglietelo con un mestolino di brodo caldo.

Quando mancano un paio di minuti dalla fine della cottura (cioè dopo circa 18 minuti), incorporate il brodo allo zafferano precedentemente preparato e i funghi trifolati (conservatene qualcuno per la decorazione) ed amalgamate bene il tutto.
 

Aggiungete il grana grattugiato e mescolate ancora.

Lasciate riposare qualche minuto nella casseruola e poi impiattate. 
Decorate la superficie di ogni piatto con i funghi tenuti da parte e foglioline di prezzemolo e servite subito in tavola.
 
 

martedì 25 settembre 2012

TORTA RUSTICA CON FUNGHI, PATATE E WURSTEL

 
  

Ingredienti per la pasta matta:
·         210 grammi di farina 00
·         100 grammi di ricotta fresca
·         10 grammi di sale
·         latte fresco q.b.
 

 
Per il ripieno:
 
·         1 pezzetto di cipolla di Tropea
·         3 cucchiai di olio e.v.o.
·         un pezzetto di dado sbriciolato
·         5-6 funghi champignon medi tagliati a fettine sottili
·         un pizzico di aglio in polvere
·         2 patate medie
·         1 grossa noce di burro
·         un pezzetto di dado sbriciolato
·         un pizzico di aglio in polvere
 
 
·         1 confezione piccola di wurstel di pollo
·         qualche ago di rosmarino tritato
 

 

Inoltre:

·         150 grammi di Emmenthal a fettine sottili
·         2 uova grandi
·         2 cucchiai abbondanti di grana grattugiato
·         4 cucchiai di provolone piccante (a julienne)
·         2 cucchiai abbondanti di ricotta fresca
·         un pizzico di aglio in polvere
·         sale q.b.

 

Preparazione:
Tritate sottilmente la cipolla e lasciatela leggermente appassire in una padella antiaderente, insieme all’olio e al dado sbriciolato.

Unite gli champignon precedentemente tagliati a fettine, e lasciate cuocere a fiamma bassa, aggiungendo all'occorrenza, un pò di acqua calda.

Nel frattempo, sbucciate le patate e riducetele a cubotti.
Sistematele in una padella antiaderente insieme al burro, al dado sbriciolato e ad un pizzico di aglio in polvere e lasciatele cuocere a fiamma medio-alta fino a quando non risulteranno belle dorate e croccanti.
 

Tagliate i wurstel a rondelle non troppo sottili, aggiungeteli alle patate, profumate con il rosmarino tritato e lasciate rosolare per qualche minuto.

Non appena i funghi saranno cotti, versateli nella padella con le patate e i wurstel, mescolate con cura e lasciate insaporire il tutto ancora  per qualche minuto.
 

Mentre il ripieno raffredda, iniziate a preparare la pasta matta.
Versate in una ciotola la farina setacciata, la ricotta e il sale e incominciate ad impastare con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sbricioloso.
Aggiungete il latte in quantità quanto basta per ottenere un impasto liscio ed elastico e formate un panetto.

Suddividetelo in due parti, una un po’ più grande che utilizzerete per la base e una leggermente più piccola che utilizzerete per la copertura.

Stendete con il mattarello la parte più grande sul  piano di lavoro leggermente infarinato e confezionate una sfoglia circolare piuttosto sottile (questo determinerà poi la sua croccantezza).

Rifilatela con una rotella a lama liscia, arrotolatela intorno al mattarello ed adagiatela delicatamente in una teglia antiaderente precedentemente imburrata e infarinata (io ho utilizzato una teglia smerlata).

 
Pareggiate i bordi e tenete da parte i ritagli per la decorazione finale.

Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e sistematevi sopra le fettine di Emmenthal fino a ricoprirlo in modo uniforme.
 

Stendete uniformemente su queste la padellata di patate, wurstel e funghi e mettete temporaneamente da parte.

A questo punto, rompete le uova in una ciotola, amalgamatele con il grana grattugiato, la ricotta, l’aglio in polvere e il sale e sbattete il tutto con una forchetta.
 
 

Unite due cucchiai di provolone piccante (a julienne), mescolate ancora e versate il tutto nella teglia.

Livellate uniformemente con il dorso di un cucchiaio, spolveratevi sopra il rimanente provolone e mettete nuovamente da parte.

 
Prendete ora la parte di pasta più piccola, stendetela sul piano di lavoro leggermente infarinato, e confezionate un’altra circonferenza.
Prelevatela avvolgendola intorno al mattarello, stendetela delicatamente sul ripieno e poi ripiegatevi sopra i bordi in eccesso.
Riprendete i ritagli precedentemente messi da parte, lavorateli un pochino con le mani e poi stendeteli con il mattarello in una sfoglia sottile.
Con delle formine tagliapasta, ritagliate delle foglioline e sistematele (con l’aiuto di un pennellino e di un po’ di albume) a piacere intorno al bordo di chiusura.
Sempre con l’aiuto delle formine, confezionate due funghetti e poi, con la punta delle forbici tagliuzzate dei ciuffetti per simulare l’erbetta.
Posizionate il tutto al centro della torta rustica e spolverizzate sul cappello dei funghi un pizzico di grana grattugiato. 


Ponete a cuocere  in forno caldo a 200° per circa 30-35 minuti (o comunque fino a doratura uniforme), dopodichè, sfornate e lasciate intiepidire.
Sformate su un piatto da portata, decorate a piacere e servite a fette.